Apple WWDC 2007

Apple Leopard“L’annuale evento Apple dedicato agli sviluppatori fa luce sulle funzionalità di Leopard e introduce il browser Safari anche su Windows. Il browser della mela sarà un elemento chiave per iPhone, il quale supporterà Web 2.0 e Ajax. Spazio al gaming con un nuovo motore grafico di id Software”

  • MAC OS X Leopard:

Ecco a voi il nuovo sistema operativo Mac OS X 10.5 “Leopard”, confermato per il mese di Ottobre.

Durante il corso dell’evento di apertura sono state mostrate dieci delle “oltre trecento” novità rispetto a Tiger.

In realtà alcune di queste 10 novità sono già state preannunciate nel corso della WWDC dell’anno passato, dove fu presentato per la prima volta Leopard. Stiamo parlando di Spaces (i desktop virtuali all’interno dei quali è possibile creare diversi spazi di lavoro, tra i quali muoversi agevolmente), Time machine (il sistema di backup automatizzato che si interfaccia con altri sistemi o dischi presenti in rete o collegati via FireWire o USB) e i nuovi Widget per la Dashboard (tra cui la possibilità di creare widget personalizzati “ritagliando” parti di pagine web e un nuovo widget, forse solo per l’area Statunitense, che permette di vedere trailer di film e comprare direttamente i biglietti per il cinema).

Innanzitutto le novità tecnologicamente di maggior spessore: Leopard sarà completamente a 64-bit e potrà eseguire applicazioni 32-bit e 64-bit una a fianco all’altra e introdurrà il nuovo Core Animation, le API che consentono di automatizzare il flusso di creazione di una animazione, usate in Leopard principalmente per gli effetti grafici di Spaces, Time Machine e via discorrendo e a disposizione degli sviluppatori per la creazione di effetti grafici di sicuro impatto.

Il lavoro più consistente che è stato condotto nel corso dello sviluppo di Leopard riguarda l’interfaccia grafica. Mac OS X 10.5 risponde ad una delle più grosse e condivisibili critiche mosse alla Mela nel corso degli ultimi anni, ovvero la disomogeneità nello stile grafico delle applicazioni. Con la nuova release viene finalmente unificato tutto, con un aspetto che trae ispirazione da quello utilizzato per l’ultima versione di iTunes.

Il desktop è oggetto di un discreto maquillage: la barra dei menù superiore diventa semitrasparente, il dock assume un aspetto tridimensionale, quasi fosse una piccola mensola a sorreggere le icone delle applicazioni che ivi decideremo di posizionare. Viene introdotto un nuovo concetto, quello degli “Stack” (letteralmente: pila, catasta), che si incarna in un nuovo strumento per mantenere ordinato il desktop: si tratta di particolari cartelle situate nel dock che possono raccogliere tutti quei file che tipicamente vengono salvati contemporaneamente sul deskop, per poì mettere lì le proprie radici.

E’ possibile, ad esempio, definire uno Stack in modo tale che visualizzi tutti i file scaricati dal web o gli allegati scaricati da un messaggio e-mail; accedendo ad uno Stack questo mostrerà il proprio contenuto in una pila ordinata di icone. Grazie agli Stack sarà quindi possibile avere a portata di mano molti elementi senza sovraffollare il desktop di cartelle e icone.

Interessante, poi la possibilità di vedere in anteprima il contenuto dei file multimediali senza aprire applicazioni specifiche, e certamente intelligente la scelta di Cover Flow anche per navigare tra i file.

A conclusione delle novità Steve Jobs prende in giro il diretto rivale, annunciando che Mac OS X 10.5. “Leopard” sarà reso disponibile sul mercato in versione “Basic”, in versione “Premium”, in versione “Business” e in versione “Ultimate”….tutte a 129 dollari. Purtroppo non è stata ufficializzata una data effettiva di lancio, lasciando comunque la conferma sul mese di Ottobre.

Articolo tratto in parte da: http://www.hwupgrade.it

Per altre informazioni visitare http://it.wikipedia.org/wiki/Mac_OS_X_10.5_Leopard

  • Safari 3 anche per Windows:

Secondo Apple, safari è il browser più performante di tutti. Oggi ha fatto sapere al mondo intero che anche gli utenti Windows potranno godere di questo browser, da subito con la beta pubblica scaricabile da Apple.com

Il sito Apple cita: 12 motivi per cui puoi amare Safari

  • Performance elevate
  • Interfaccia utente elegante
  • Semplice gestione dei preferiti
  • Blocco pop-up
  • Ricerca velocizzata
  • Navigazione a schede
  • SnapBack
  • Autocompilazione dei form
  • Lettore RSS integrato
  • Caselle di testo ridimensionabili
  • Navigazione privata
  • Sicurezza

Di sicuro con questa mossa il dominio di Internet Explorer sarà ancora in più forte discesa. Ecco i tempi di caricamento dichiarati da Apple per il suo nuovo browser:

Decisamente inferiori quelli di Safari rispetto agli altri browser! Non ci resta altro che scaricarlo e provarlo. La guerra dei browser si fa sempre più interessante, vista anche la recente entrata in campo del nuovo Netscape.

Ma alla fine si sa, la cosa a cui tutti puntano è l’eliminazione di Internet Explorer

Tratto da: ampletech.net

  • Ma perché Safari su Windows?

La motivazione di volerne estendere le quote di mercato ci sembra un po’ deboluccia. Infatti la vera motivazione, seppur non esplicitata, arriva con la “one last thing”, che riguarda iPhone.

Nel corso degli ultimi mesi gli sviluppatori di terze parti hanno chiesto a gran voce la possibilità di sviluppare applicazioni per iPhone. Apple ha allora pensato ad una soluzione semplice ed indolore: Web 2.0 e Ajax, tecnologie che permettono di realizzare web-app che possono essere utilizzate tramite Safari, presente in iPhone, e sfruttare tutte le funzionalità messe a disposizione dal telefono.

Non serve nessun SDK o tool di sviluppo: le applicazioni sono già realizzabili a partire da ora. Saranno distribuite tramite i canali di Apple e tramite i canali privati dei loro produttori.

Ecco la vera motivazione del porting di Safari su Windows: mettere a disposizione anche di coloro i quali non possiedono un sistema Macintosh lo strumento principe per testare lo sviluppo delle applicazioni per iPhone. In questo modo chiunque può sviluppare applicazioni per il telefono della Mela senza dover affrontare alcun tipo di investimento.

  • Altre novità?

I giochi. Jobs ha annunciato una serie di videogiochi per Mac: produrrà titoli per Os X Electronic Arts, la società californiana che è tra i principali protagonisti del mondo dei videogame. I primi giochi anche per Mac (ma solo Intel) saranno Command & Conquer 3, Battlefield 2142, Need for Speed e Harry Potter and the Order of the Phoenix.

Need for Speed

Altro segno del rinnovato interesse dell’industria videoludica per Mela è stata l’introduzione del nuovo motore grafico IdTech 5, presentato da John Carmack, il creatore di alcuni dei più noti giochi della storia dell’informatica, come Doom e Quake.

Per tutti gli interessati, lo streaming dell’ intero evento è disponibile a questo indirizzo. Per la visualizzazione è richiesto il software QuickTime.

Grazie ancora ad: hwupgrade.it

4 Risposte

  1. la apple dichiara sempre migliori i suoi prodotti la tabella dei tempi di caricamento non è veritiera

  2. […] di insinuazioni e commenti ironici, ora gli utenti potranno provare con mano le differenze tra la nuova versione di OS X e Windows Vista e pesarne pro e […]

  3. […] pensare anche solo alla WWDC 2007 di Apple, che da sola a fatto così tanta strada, per capire che il 2007 sarà di certo ricordato […]

  4. […] pensare anche solo alla WWDC 2007 di Apple, che da sola a fatto così tanta strada, per capire che il 2007 sarà di certo ricordato […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: