Lulu | Michele Santelia, premiato dal “Guinness World Records” per il maggior numero di libri scritti al contrario

Lulu.com (http://www.lulu.com/it/) è il mercato leader per i nuovi contenuti digitali su Internet, con oltre 385.000 titoli pubblicati e oltre 4.000 nuovi titoli aggiunti ogni settimana, creati da persone provenienti da 80 diversi paesi del mondo.
Con oltre 1 milione di utenti registrati, Lulu sta cambiando il mondo dell’editoria, permettendo ai creatori di libri, video, giornali, file multimediali e altri contenuti, di pubblicare i propri lavori con il completo controllo editoriale e dei diritti.

Lulu
Lulu permette a singoli e aziende di creare prodotti di alta qualità da vendere direttamente ai propri clienti e al resto del mercato di Lulu.com. Con vetrine virtuali fornite, così come un’assistenza di marketing, i creatori sono pienamente supportati per trarre profitto dai propri lavori. Con uffici negli Stati Uniti, Canada ed Europa, gli utenti di Lulu possono raggiungere tutto il mondo.
Lulu.com vanta una comunità creativa di oltre 1.2 milioni di utenti.
E su Lulu puoi trovare qualsiasi tipo di contenuto, persino un libro presente nel Guinness dei primati.

Un esempio? “The tragedy of Macbeth”, il capolavoro di William Shakespeare, scritto al contrario dall’ecclettico autore, Michele Santelia, premiato dal “Guinness World Records” per il maggior numero di libri scritti al contrario.
Michele, 47 anni, si è ispirato al genio di Leonardo da Vinci e, scrivendo contemporaneamente su 4 tastiere e senza guardare il monitor, ha riscritto al contrario oltre 64 volumi nei caratteri e nei linguaggi originali, come ad esempio il Libro dei Morti degli antichi egizi in geroglifico, del peso di oltre 78 chilogrammi.
“The tragedy of Macbeth backwards”, presente su Lulu.com, è un libro unico nel suo genere, ed è stato scritto in caratteri medioevali speculari: può quindi essere letto di fronte ad uno specchio.

Michele SanteliaMichele Santelia scrive oltre 400 caratteri al minuto: non è quindi una sorpresa trovarlo all’interno del Guinness dei primati o su Lulu.com, dove chiunque può utilizzare gli strumenti forniti, per trasformare i propri contenuti in una creazione commercializzabile.
Tramite la tecnologia print on demand di Lulu, non ci sono costi da sostenere in anticipo e, con la divisione dei diritti 80/20, i creatori guadagnano l’80% su ogni singola copia venduta, mentre Lulu trattiene solo il 20% – in poche parole, Lulu guadagna solo quando i creatori guadagnano.
The Tragedy of Macbeth backwards è il classico esempio di come Lulu sia la vetrina ideale per proporre i propri contenuti destinati a mercati di nicchia, di scarso interesse per l’editoria tradizionale.
Il libro è disponibile all’indirizzo: http://www.lulu.com/content/389275

Fonte 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: