Grazie ai film Hard Blu ray vince su HD DVD ma…

L’alta definizione è l’ultimo traguardo della multimedialità, on e offline. L’ha ribadito l’edizione 2008 del CES che ha messo in scena, tra le altre novità, la corsa al display dei record: presentati lo schermo LCD più grande del mondo, il più sottile, il più pretenzioso, quello per gaming-dipendenti. Tra gli eventi va registrato anche l’annuncio di Warner Bros, convertita al formato Blu ray per la gioia di Sony e per la disperazione di Toshiba, afiere di un HD DVD sempre più snobbato dalle major.

L’erede del DVD, a sua volta succeduto con successo al VHS nell’esperiena cinematografica da salotto, sembra sempre più blu. E, come nel precedente passaggio di testimone da analogico a digitale, la discriminante è l’industria del porno: chi realizza e distribuisce film hard sta spostando l’ago della bilancia verso il Blu ray proprio come negli anni ’80 sancirono il successo del VHS sulll’estinto formato Betamax.

Se solo un anno fa i produttori di film vietati ai minori avevano giurato fedeltà agli HD DVD di Toshiba, questo weekend ha visto l’uscita di Pirates, il pluripremiato successo del celebre regista Joone edito da Digital Playground, scelto per aprire la strada a una decina di titoli per adulti che faranno la loro comparsa sugli scaffali delle videoteche nel formato Blu-ray – come scrive Punto Informatico.

I DVD HD costano meno del Blu Ray ma Sony ha fatto un ottimo lavoro lanciando la sua PlayStation 3: per molti si è trattato di un lancio prematuro ma la console ha trovato spazio nella case di molti acquirenti che ora sono pronti per multimedialità in formato Blu ray. Lo sa anche l’industria del cinema per adulti che puntando su un target giovane non può trascurare la categoria dei videogiocatori.WebNews riporta infatti che, dopo l’annuncio di Warner Bros arrivato alla vigilia del CES, forse ancora più gravi sono le notizie che arrivano dall’AVNAdult Entertainment Expo 2008, dove i principali studi di produzione del cinema per adulti si riuniscono e fanno il punto della situazione […] Inizialmente gli studi erano divisi, specialmente perchè distribuire in HD DVD è più economico e perchè, data la presenza della Disney, il consorzio Blu Ray non vedeva di buon occhio il mondo del porno. Ma la guerra è guerra, si sa.

Ora che anche Warner Bros ha cambiato bandiera il partito dei Blu ray, capeggiato da Sony, ha dalla sua parte il 70% degli studios di Hollywood e, come fa notare HardwareUpgrade, è sintomatico che Toshiba abbia annullato diversi eventi legati proprio al lancio dei DVD ad alta definizione: Toshiba aveva evidentemente basato molte delle proprie argomentazioni sul mondo dell’intrattenimento domestico in alta definizione proprio sulla partnership forte con Warner Bros., venuta meno nelle ultime ore.

Multiplayer.it introduce però un tema interessante: Pete Putnam, presidente della società di consulenza ROAM, e proprietario del sito americano HDTVexpert.com, sostiene che i formati Blu-Ray e HD-DVD sono già tecnologicamente superati e che nell’intero ciclo di vita non supereranno i dieci milioni di lettori venduti.

A superarli è il Web. Con una disponibilità maggiore in fatto di larghezza di banda, tariffe flat e terminali sempre più mobili, Internet fa concorrenza all’alta deifnizione da salotto portandola ovunque. Una vittoria destinatata durare poco: arriveranno prima lettori Blu ray economici o una disponibilità di banda larga che supporti una fruizione di qualità?

Fonte

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: