Uuu che bello!! Laptop ultrasottile di Apple? Ma osserviamolo più da vicino!

Ragazzi vi riporto uno spettacolare articolo tratto da il disinformatico:

Wow. Indubbiamente l’estetica anoressica del nuovo Macbook Air fa colpo. E se far colpo è quello che volete fare, ci riuscirete. Ma se avete intenzione di lavorare seriamente su un laptop di questo genere, pensateci due volte.

Schermo lucido: i riflessi si vedono persino nel video di presentazione. Niente CD/DVD: per installare o masterizzare ci vuole un’unità a parte oppure un drive di un altro computer, reso disponibile via wifi dopo aver installato sull’host del software apposito (l’ideale per chi ha fretta, insomma). Niente porta ethernet: solo wifi. Certo, 802.11n, ma sempre wifi è; se devo spostare 5 o 6 giga, quanto ci vuole? E se il wifi non c’è? Gli altri, i primitivi, si attaccheranno alle porte ethernet lasciando gli utenti Air a guardare il soffitto.

Una sola, misera porta USB. Un disco rigido più lento di quelli del Macbook e del Macbook Pro (4200 rpm contro 5400). Grafica GMA X3100 a memoria condivisa, come gli altri Macbook. E il processore più lento fra i portatili Apple (Intel Core 2 Duo 1.6/1.8 GHz, contro i 2.0/2.2 GHz dei MacBook “normali” e i 2.2/2.4 GHz dei Macbook Pro). Pago 650 euro in più rispetto al Macbook (che è più veloce) per risparmiare un chilo e perdere otto millimetri di spessore?

Siamo seri. Questa è una macchina sexy per chi va in giro a sfogliare pagine Web, mandare la mail, scrivere testi o fare presentazioni e sa che esibire un oggetto di questo genere è seducente. Tutto il resto è meglio che se lo scordi.

A parte, questo, il vero limite del Macbook Air è che nonostante i componenti eliminati per ridurne la taglia, è ancora troppo grande. Non come spessore, ma come impronta, quando ci si trova incastrati in aereo, in auto o in treno; a 32 x 23 centimetri, è parecchio più grande di un foglio A4, con i problemi d’ingombro che ne conseguono (checché ne dica zio Steve con la trovata dell’infilarlo in una busta durante il Keynote di ieri).

Ormai sta prendendo piede una generazione di subnotebook leggerissimi e di dimensioni davvero esigue, comodissimi da portare in giro. Uno per tutti: il popolarissimo Asus Eee, che costa 300 euro contro i 1700 dell’Air (comprate cinque Eee al prezzo di un Air), misura la metà (22 x 16 cm) pesa quattro etti in meno (920 g contro 1360 dell’Air), ha tre porte USB e una telecamera integrata, ed è anche politically correct perché usa Linux preinstallato (XP in opzione) e quindi fa le stesse cose di base dell’Air con un processore meno potente: scrivere, andare online, e smanettare con i comandi Unix per gestire da remoto i computer dei clienti.

Certo, l’Eee e gli altri subnotebook o UMPC che dir si voglia non hanno il multitouch, almeno per ora, e il multitouch è davvero un modo molto più evoluto e naturale di interagire con un computer. Certo, nell’Eee il disco rigido è molto meno capiente e lo schermo è un 7 pollici contro i 13,3 dell’Air.

Un difetto assolutamente non trascurabile del Macbook Air: la batteria non è sostituibile dall’utente. Questa è una cosa che già causa rogne a livello di iPod, figuriamoci in un portatile. The Register confronta EEE e Air.
Sorry, Steve. Speravo in una tavoletta multitouch minimalista, da infilare in un angolo dello zainetto, per essere online ovunque senza tanta zavorra. Stavolta passo.

Ps: secondo me è il prodotto ideale per i commerciali sboroni🙂
Parlando seriamente, è questo il futuro dei notebook?

8 Risposte

  1. […] l’effetto del MWSF appena concluso, saranno i numeri – davvero incredibili – delle vendite e delle quote di mercato di […]

  2. Guardiamoci negli occhi, e chi ti parla NON è un fanatico Apple, né un fanatico Microsoft.
    Sono un laureando in ingegneria informatica e credo di sapere cosa vuol dire “sfruttare” un pc.

    L’eee può essere superiore come connettvità ed economia, ma come produttività siamo a 0 su 0:

    – con uno schermo da 7 pollici ci puoi al massimo guardare i video di youtube.

    – l’air è dotato di retroilluminazione a LED, per schermo e tastiera, cosa davvero non trascurabile.

    – linux preinstallato, eh già perchè XP immagino come possa girare su un celeron 900 mhz… siamo seri!

    – 512 MB di ram contro 2 GB: dimentica photoshop, flash & Co.

    – una risoluzione di 800 x 480 contro una 1280 x 800: praticamente non puoi neanche andare in internet con i siti attuali

    – tastiera piccola così come il touchpad… già è difficoltoso scrivere sulla tastiera di un notebook, figuramoci su quella

    – la connettività 802.11n dell’air significa, in presenza di hotspot compatibile, un transfer rate teorico di 350 Mbps (43 Mbyte/s) e, per raffronto, i migliori HD per notebook si attestano intorno ai 55 Mbyte/s in lettura….

    – sull’air ci installi il sistema operativo che vuoi, Vista compreso… sull’eee ci installi Linux o XP. Infatti, anche considerando il progetto OsX86, né Tiger né Leopard girerebbero mai su un pc del genere.

    – l’hard disk SSD da 4 GB dell’eee fa un po’ ridere, soprattutto considerando che l’OS ne occupa 2.

    – anche l’eee non ha il lettore CD…. in compenso, però, asus non offre alcuna soluzione al problema.

    Inoltre, da persona che è sempre, sempre attaccata al pc, posso dirti che sono anni che non uso l’unità CD, se non per masterizzare cd audio.

    E’ un po’ come quando rimossero il lettore floppy. Apple fu la prima, e a ragione.

    Ultima cosa, la batteria. A parte la durata strabiliante dell’air, vorrei sapere CHI HA MAI CAMBIATO UNA BATTERIA di un portatile.
    Solitamente il prodotto diventa più che obsoleto prima che questa si danneggi. Poi son gusti…

    In conclusione:
    Parlando seriamente, è questo il futuro dei notebook?
    Beh, sperò proprio di sì.

    Appena ho i soldi lo compro!

  3. Gentile signore.. la mia non è una critica.. è più un articolo ironico.. del resto come quello di http://attivissimo.blogspot.com/

    “Una sola, misera porta USB. Un disco rigido più lento di quelli del Macbook e del Macbook Pro (4200 rpm contro 5400). Grafica GMA X3100 a memoria condivisa, come gli altri Macbook. E il processore più lento fra i portatili Apple (Intel Core 2 Duo 1.6/1.8 GHz, contro i 2.0/2.2 GHz dei MacBook “normali” e i 2.2/2.4 GHz dei Macbook Pro). Pago 650 euro in più rispetto al Macbook (che è più veloce) per risparmiare un chilo e perdere otto millimetri di spessore?”

    Io ho detto dell’Eee solo x una questione di prezzo.. l’ho affermato pure io.. che le sue prestazioni sono scarse..
    Certo, l’Eee e gli altri subnotebook o UMPC che dir si voglia non hanno il multitouch, almeno per ora, e il multitouch è davvero un modo molto più evoluto e naturale di interagire con un computer. Certo, nell’Eee il disco rigido è molto meno capiente e lo schermo è un 7 pollici contro i 13,3 dell’Air.”

    E non se la deve prendere con me..
    Ciao.. spero in una sua futura visita.. Le critiche fanno crescere.. anche xchè anche io vorrei scegliere la sua facoltà..😉

  4. Lungi dal prendermela con te… davvero… ho solo espresso il mio pensiero!

    Ah, puoi darmi del tu 😉
    Ho 20 anni…

    Il vostro blog è interessante e può crescere notevolmente!

    Come consiglio, ti dico di evitare i quote di altri articoli. Cerca di essere innovativo e ricercato!

    A risentirci e, chissà, magari per una futura collaborazione!

  5. TI ringrazio molto..
    Sui quote ti d’ho ragione.
    Mi farebbe molto piacere collaborare con te.. magari se tu ci venissi a dare una mano🙂
    La questione del dare del Lei è solo per una questione di abitudine..
    Se ti va ci possiamo pure sentire su msn o altro.. ( per scambiarci dei consigli )
    Scusami.. ma sei un dj? perchè senno’ ti potrei consigliare qualche songs seria.. Ne conosco.. fidati..

  6. Aggiunto in MSN…

    Comunque sì sono un deejay, apprendista, ma deejay…e lucista…

    poi ti spiego meglio su msn😉

  7. Allora avremmo da parlare molto.. anche io voglio fare il deejay e me ne intendo direi abbastanza😉
    Ci sentiamo..

  8. […] molti è stato definito un rivale di Macbook Air,ma ormai ogni nuovo piccolo notebook viene additato come antagonista di Air quando in realtà, […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: