Nerooogle: come ridurre lo stress visivo e risparmiare migliaia di watt

nerooogle
Nerooogle© 2007
Come sapete, i pixel del nostro schermo per essere bianchi devono essere illuminati. Naturalmente neri, i milioni di puntini che compongo il nostro monitor ogni volta che devono aprire un sito con sfondo bianco hanno bisogno di essere “accesi”. E qual’è il sito a sfondo biancho più utilizzato al mondo? Google naturalmente. Un certo Mark Ontkush ha calcolato quanta energia elettrica si risparmierebbe solamente se Google modificasse lo sfondo da bianco a nero.

Queste sono le sue elucubrazioni:

  • la visualizzazione di una pagina con sfondo bianco consuma mediamente 74 watt;
  • la visualizzazione di una pagina con sfondo nero consuma mediamente 59 watt;
  • Google riceve circa 200 milioni di query al giorno;
  • tali query rimangano visualizzate circa 10 secondi l’una;
  • la somma di tutte le query, è quindi di circa 550.000 ore/giorno;
  • se la pagina fosse nera, si risparmierebbero circa 15 watt a pagina, che signifca circa 8,3 Megawatt/ora al giorno, ovvero 3000 Megawatt/ora all’anno;
  • se la pagina fosse nera, si ridurrebbe di molto lo stress visivo.
Ecco Nerooogle !
Che ne pensate dell’idea? Non male..vero?

2 Risposte

  1. Il tuo post è corretto, ma incompleto.

    I calcoli di Ontkush riguardano i consumi dei vecchi monitor a raggi catodici (CRT), che in effetti sono superiori nella visualizzazione di una pagina bianca rispetto ad una nera.

    Nei moderni LCD il discorso non vale più: indipendentemente da cosa viene visualizzato è sempre accesa la backlight, che viene poi schermata o meno dai cristalli liquidi per visualizzare, rispettivamente, pixel neri o bianchi. In ogni caso un LCD assorbe meno energia rispetto a un CRT.

    Nonostante ciò, resto fermamente convinto che lavorare su uno sfondo nero alla lunga affatica di meno la vista, e non sono affatto convinto che le scritte nere su sfondo bianco siano più leggibili delle scritte bianche su sfondo nero. Non a caso molti programmi usati per molte ore al giorno, come autocad, lavorano su sfondo nero.

  2. hai più che ragione e lo dimostra l’as400 dell’ibm: scritte verdi su sfondo nero e le otto ore sono una passeggiata

    Su Linux con compiz c’è l’effetto: negativo e tutte le finestre diventano nere con scritte bianche o gialle

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: