!!! TRASFERITI !!!

trasloco.gif

www.tech-zoom.com

Sì, avete capito bene…ci trasferiamo al sito sopra indicato.

Il design sarà sicuramente modificato e rinnovato in meglio, continueremo come sempre ad aggiornarvi su qualsiasi argomento interessante di cui verremo a conoscenza, lavoreremo sodo e speriamo vivamente che continuerete a seguirci come avete fatto fino ad ora…vi aspettiamo!!!! Grazie a tutti i nostri lettori!

www.tech-zoom.com

 

Annunci

PS3 slim & lite attesa per il prossimo autunno?

Logo PS3E’ solo un rumor ma sembra che Sony Computer Entertainment stia preparando un nuovo modello della console per commercializzare fin dal prossimo autunno, in sostanza una versione Slim & Lite.

Le caratteristiche della futura PS3 probabilmente riprenderanno quelle della macchina attuale (blu-ray 2.0 etc), anche se si dice che questo modello più piccolo sarà fornito di un HD di 160 GB.

Ps3 Slim & Lite

Sony ancora non commenta, si tratta solo di indiscrezioni, speriamo di confermarvele.

Microsoft vuole comprare Yahoo! per poi battere Google

Microsoft vuole comprare Yahoo
E offre 44,6 miliardi di dollari. Sarebbe la più grande acquisizione per il colosso del software. I dettagli

Quando nei mesi scorsi gli analisti erano tornati a parlare con insistenza di una fusione tra i due colossi il mercato aveva reagito con scetticismo. Ma ora i fatti parlano da soli:

Microsoft ha trasmesso a Yahoo una proposta di acquisizione, definita “non richiesta” ma neppure rigettata dal management di Yahoo.

Quello che Microsoft mette sul piatto sono 44,6 miliardi di dollari, una cifra che rappresenta un premio del 62 per cento sul valore di Yahoo sul mercato azionario, e che rappresenta anche il maggiore investimento sul quale l’azienda fondata da Bill Gates abbia mai puntato.

L’idea di fondo è evidentemente quella di fondere le consistenti net properties delle due società e il loro business pubblicitario per fronteggiare meglio la locomotiva Google. Senza stravolgimenti, ha assicurato il CEO di Microsoft Steve Ballmer: “Abbiamo grande rispetto per Yahoo e insieme possiamo offrire una quantità crescente di soluzioni vincenti ai consumatori, agli editori e agli inserzionisti, e allo stesso tempo posizionarci al meglio per competere nel mercato dei servizi online”. “Riteniamo – ha anche detto Ballmer – che la combinazione delle nostre aziende porterà maggiore valore ai rispettivi azionisti e una migliore scelta ed innovazione ai nostri clienti e partner industriali”.

Sono anni che Microsoft e Yahoo si guardano da vicino, e condividono senza dubbio la necessità di controbattere la crescita di Google: dal 2004, da quando è arrivata in Borsa, nemmeno Microsoft è riuscita a seguire il passo di sviluppo di BigG.

Per non parlare, appunto, di Yahoo, che nell’ultimo anno ha mostrato il fianco scoperto ai suoi azionisti. Ha prima fatto ricorso al suo founder Jerry Yang, tornato plenipotenziario nell’azienda per riportarla in alto, ma si è scontrata con un calo del valore dall’inizio del 2007 ad oggi del 18 per cento, con un calo ancora più deciso, del 23 per cento, nell’ultimo trimestre. Non a caso Yahoo proprio nei giorni scorsi ha confermato che dovrà licenziare 1000 persone.

Per Microsoft, che vede in Yahoo l’alleato naturale per poter scendere in battaglia contro Google, è dunque il momento ideale per l’acquisto. Ci sono peraltro analisti che non esitano a descrivere l’offerta Microsoft come “inevitabile”.

Le incertezze legate all’eventuale acquisizione ci sono tutte: i valori in campo potranno essere riassorbiti solo in molti anni, sebbene il mercato della pubblicità online legato al search, un core business per entrambe le aziende, entro il 2010 potrebbe valore 80 miliardi di dollari. Non sarà una passeggiata l’integrazione delle due società, il cui business sull’online si sovrappone moltissimo, ma tutta l’operazione è in realtà il termometro, confermano gli osservatori, di due grandi realtà: da un lato lo strapotere di Google (che in NordAmerica continua a controllare il 62 per cento del mercato del search senza segni di cedimento, lasciando quote molto minore ai competitor) e dall’altro la vulnerabilità di Yahoo.

 

Sono otto trimestri che Yahoo incassa dei rallentamenti nel proprio business, gli investitori sono impazienti, la sua presenza sul mercato, seppure massiccia, potrebbe interessare anche altri player dotati di grandi liquidità, anche al di fuori del triangolo Google-Microsoft-Yahoo: da qui la necessità di Microsoft di anticipare, forse persino forzare i tempi, pur di puntare al maggiore dei suoi competitor online dopo Google.

A questo punto non resta che attendere la reazione della board di Yahoo e dei suoi azionisti. Ma c’è già chi giura che quella di Microsoft è un’offerta che non ci si lascia sfuggire, è una sorta di salvagente da prendere al volo. Domani, potrebbe essere troppo tardi

Fonte YouStrong 

Bill Gates si dà alla pazza gioia.. Eccolo beccato con un iPod

Bill Gates lascia Microsoft a luglio e allora si autorizza a usare i prodotti della concorrenza? Potrebbe anche essere, ma non lo può provare questa fotografia che è un fotomontaggio falso essendo il protagonista un sosia.

Però sarebbe divertente vedere l’altro zio dell’informatica ballare il twist con le cuffiette bianche alle orecchie.

[via melamorsicata.it]

Bill Gates e iPod

Finalmente è arrivato il Sony Mylo 2

sfera_pulsante_041.gif Aggiornamento articolo Sony mylo la consoletelefonino del

Come avevo già annunciato nell’articolo precedentemente indicato, ebbene si, la nuova versione della Sony Mylo (“My Life Online”), il Mylo 2 è arrivato.

Mylo 2

Andiamolo ad osservare più attentamente:

  • Supporta il flash
  • presenta un touchscreen da 3.5
  • connettività Wi-Fi
  • funzionalità VoIP
  • lettore Mp3
  • tastiera QWERTY
  • fotocamera integrata (1.3 megapixel)
  • interfaccia è arricchita da una serie di Widgets (ricerche Google, Facebook etc)
  • garantisce 6 ore di chiamate via Internet/Skype e navigazione

Negli States la prima tranche di vendita è iniziata oggi e non sappiamo se arriverà contemporaneamente anche da noi o se dovremo aspettare.

Chissà sei i 205 euro annunciati valgono la pena oppure no ❓

+informazioni e acquisto: sonystyle.com


iPhone e Tim: il gioiellino sarà distribuito in Italia a partire da Luglio

Ormai manca solo l’ufficialità: l’iPhone, il telefono-iPod della Apple dovrebbe essere distribuito in Italia da Tim e in Spagna da Telefonica (che detiene il 10% di Telecom Italia) a partire da luglio.

L’accordo probabilmente si ufficializzerà in occasione del Mobile World Congress, chiamato in precedenza 3GSM, che aprirà i battenti l’11 Febbraio 2008 a Barcellona. Il telefono avrà connettività 3G poiché, nonostante Tim non possiede dei requisiti tali da poter soddisfare la connettività richiesta da Apple.

Questa ipotesi è avvalorata da due principali motivi:

  • Il ritrovamento della stringa TIM nel codice dell’ultimo firmware
  • Se ci connettiamo tramite iPhone al sito ( 😆 ) della compagnia telefonica, il gioiellino viene rilevato come telefono appartenente alla sua gamma.

Non vedo l’ora che esca !! 😀

Fonte

Nerooogle: come ridurre lo stress visivo e risparmiare migliaia di watt

nerooogle
Nerooogle© 2007
Come sapete, i pixel del nostro schermo per essere bianchi devono essere illuminati. Naturalmente neri, i milioni di puntini che compongo il nostro monitor ogni volta che devono aprire un sito con sfondo bianco hanno bisogno di essere “accesi”. E qual’è il sito a sfondo biancho più utilizzato al mondo? Google naturalmente. Un certo Mark Ontkush ha calcolato quanta energia elettrica si risparmierebbe solamente se Google modificasse lo sfondo da bianco a nero.

Queste sono le sue elucubrazioni:

  • la visualizzazione di una pagina con sfondo bianco consuma mediamente 74 watt;
  • la visualizzazione di una pagina con sfondo nero consuma mediamente 59 watt;
  • Google riceve circa 200 milioni di query al giorno;
  • tali query rimangano visualizzate circa 10 secondi l’una;
  • la somma di tutte le query, è quindi di circa 550.000 ore/giorno;
  • se la pagina fosse nera, si risparmierebbero circa 15 watt a pagina, che signifca circa 8,3 Megawatt/ora al giorno, ovvero 3000 Megawatt/ora all’anno;
  • se la pagina fosse nera, si ridurrebbe di molto lo stress visivo.
Ecco Nerooogle !
Che ne pensate dell’idea? Non male..vero?