!!! TRASFERITI !!!

trasloco.gif

www.tech-zoom.com

Sì, avete capito bene…ci trasferiamo al sito sopra indicato.

Il design sarà sicuramente modificato e rinnovato in meglio, continueremo come sempre ad aggiornarvi su qualsiasi argomento interessante di cui verremo a conoscenza, lavoreremo sodo e speriamo vivamente che continuerete a seguirci come avete fatto fino ad ora…vi aspettiamo!!!! Grazie a tutti i nostri lettori!

www.tech-zoom.com

 

Annunci

Per chi non conoscesse Fring: VoIP P2P sul Cellulare

Fring è ottima applicazione che permette di utilizzare il Voip sul cellulare, ed in particolare di chiamare i propri contatti Skype con il telefonino. Con il VoIP Peer-to-peer di Fring è possibile fare telefonate;

  • da cellulare a cellulare
  • da cellulare a PC
  • da cellulare a fisso

ed inoltre chattare con Gmail e inviare SMS.

Quanto costa il VoIP sul cellulare di Fring

Arduo dilemma. Dunque, Fring è una applicazione che si scarica sul telefonino, e può effettuare sessioni VoIP con il cellulare utilizzando:

  • Una connessione wi-fi
  • Le reti GPRS e 3G

Nel primo caso (wi-fi) la tecnologia P2P Mobile VoIP di Fring non comporta costi addizionali con l’operatore telefonico in quanto viene usata la connessione wi-fi disponibile. Nel caso utilizziamo un hot-spot gratuito è completamente gratis (a parte i costi di chiamata se si telefona verso un fisso o un cellulare, che in ogni caso sono molto, molto bassi).

Diverso il caso in cui utilizziamo la rete GPRS o 3G del nostro operatore. In tal caso siamo vincolati alle tariffe del nostro piano telefonico, per cui è sconsigliabile utilizzarlo se abbiamo una tariffa a consumo ed è meglio informarsi in caso di tariffa a tempo.

In ogni caso, l’utilizzo del Voip Mobile P2P ed del VoIP in generale sui cellulari è ancora molto limitato dalla mancanza in Italia di una vera offerta Flat per connessioni internet di cellulari.

Come si installa Fring sul telefonino

Si inserisce il proprio numero telefonico ed il modello del proprio telefonino nell’apposito modulo di registrazione. Dopodichè si attende l’SMS con il link da seguire per scaricare l’applicazione java via Wap. Qualora non sia presente il modello del tuo telefonino, prova ugualmente a scaricare ed installare l’applicazione nel caso tu appia un cellulare o uno smartphone Java Enabled, perchè in generale dovrebbe funzionare (e tentare non costa nulla).Ovviamente il telefonino deve essere opportunamente configurato per la connessione internet.
Dopo aver inserito le informazioni di login relative a Skype e Gmail si è operativi.

Questo video in italiano ci aiuterà a conoscerlo ancora meglio:

Altre soluzioni per il VoIP sul telefonino
Fring è in buona compagnia. Altre applicazioni che permettono di utilizzare il VoIP sui telefonini sono ISkoot e Jajah Mobile.

Home page di Fring

Fonte

La Francia si fa sotto contro i Pirati Francesi

emule.jpg

La vita dei pirati francesi si farà a breve sempre più difficile, non appena s’inizierà a sentire gli effetti del nuovo accordo tra governo, Internet provider e società discografiche e cinematografiche.

“Internet non deve diventare un Far West ad alta tecnologia”, ha detto il presidente Nicolas Sarkozy. “Stiamo rischiando di diventare i testimoni di una pura distruzione della cultura”.

Come si può facilmente evincere dalle parole della massima autorità d’oltralpe, il governo è estremamente preoccupato dall’attività di pirateria informatica che infesta le reti p2p, e ha pensato una soluzione definitiva a questo problema.

Se esistono persone che condividono tramite Internet opere di cui non detengono i diritti – hanno pensato – il modo più sicuro per fermarle è sottrarre loro il mezzo che usano per scambiarsi illegalmente queste opere, vale a dire Internet stessa.

I provider si impegneranno quindi a mandare un messaggio d’avvertimento ai loro clienti che saranno sorpresi a scaricare file posti illegalmente in condivisione. Qualora il messaggio venga ignorato per tre volte consecutive, la connessione a Internet verrà tolta e l’account sospeso o chiuso. 😯

Per individuare gli utenti a cui inviare i messaggi sarà costituita un’autorità indipendente, a capo della quale sarà un giudice.

Fin qui le misure repressive, che grande eco stanno ottenendo in questi giorni. L’accordo prevede però anche che i produttori di musica, film e altri prodotti d’intrattenimento facciano la loro parte, eliminando quei meccanismi che impediscono la fruizione di certe opere su determinate piattaforme e mettendo a disposizione online, legalmente, i loro lavori più celermente di quanto facciano ora.

Il presidente Sarkozy si dice fiducioso, sicuro che i risultati presto arriveranno. Questo accordo, però, è solo l’inizio: “Se funzionerà, continueremo sulla stessa strada. Se non funzionerà in modo soddisfacente, prenderemo le misure necessarie per ottenere risultati”.

Diverse associazioni di consumatori e anche alcuni uomini politici valutano troppo restrittivo il carattere del provvedimento (”è potenzialmente distruttivo per la libertà, antieconomico e contro la storia digitale”) e attendono con preoccupazione le prossime mosse.

Molti genitori farebbero bene a condividere queste preoccupazioni prima di trovarsi senza connessione perché il figlio ha scaricato un paio di canzoni. 😯

Che ne pensate?

Fonte

Scaricare musica gratis legalmente con Downlovers

Downlovers

Fonte: area3000

Stiamo forse parlando di qualcosa che rivoluzionerà il modo di intendere la musica: con Downlovers, infatti, è possibile scaricare musica gratuitamente in tutta sicurezza. E stiamo parlando di pezzi importanti ed artisti famosi, di brani in classifica!!!!

LA musica viene regalata agli utenti che fruiscono dei download grazie alle aziende inserzioniste che, pubblicizzando il proprio brand all’interno del portale sotto forma di spot e banner, finanziano l’iniziativa.

Ogni brano scaricato, purtroppo, è in formato wma ed ha una sorta di protezione per evitarne un uso illegale: la prima volta che lo ascolterete con Windows Media Player, infatti, si aprirà una finestra nella quale dovrete fare click sul pulsante Aggiorna (ovviamente dovrete essere collegati ad internet), dopodichè potrete ascoltare tranquillamente il brano quante volte volete (per ulteriori dettagli su licenza, numero di brani scaricabili etc. etc., date un occhio alle FAQ presenti sul sito).

Naturalmente, questa grandiosa novità va ad aggiungersi e completa alla grande la lista siti per i download musicali legali gratuiti, che ho descritto qualche giorno fa.

Tra l’altro, il sito trasmette continuamente video musicali in streaming dei pezzi disponibili, così da essere aiutati nella scelta, ed avere a sempre disposizione un’ottima radio-music tv.

Scaricare più velocemente con eMule !!

Il post si trova qua :

http://tech-zoom.com

commenta li 🙂

N.B:

Questo articolo è a solo scopo informativo, ulteriori conseguenze non hanno nulla a che vedere con il messaggio che questo post vuol mandare al lettore.

Come premessa va detto che Microsoft, con il rilascio della Service Pack 2 per Windows XP ha introdotto alcuni filtri sulle connessioni parziali che il sistema può avviare simultaneamente, riducendone piuttosto sensibilmente il numero. Ciò significa, nell’ ottica di eMule, che se stiamo scaricando un file presente su 1000 PC, noi non scaricheremo da tutti questi 1000 PC, ma solamente da 200, in seguito alla limitazione di cui abbiamo parlato. Se si riuscisse a eliminare questa limitazione…il download andrebbe ben ben più spedito! E far ciò è possibile! Vediamo come:

  1. scaricare QUESTO file;
  2. estraete il contenuto dell’ archivio ed avviate l’ eseguibile EvlD4226Patch.exe;
  3. si aprirà una schermata DOS, nella quale ci verà detto che il limite massimo di download simultanei è attualmente impostato a 10, domandandoci se vogliamo aumentarlo a 50. A noi non basta, lo vogliamo a 100;
  4. premiamo allora il tasto “C“, digitiamo 100 e premiamo INVIO;
  5. confermiamo l’ operazione digitando il tasto “Y“;
  6. si aprirà la schermata di Protezione Windows, per avvertirci che una DLL di sistema è stata modificata, chiedendoci di inserire il CD di Windows per ripristinare quella originale; non dobbiamo farlo, e quindi clickiamo su Annulla e poi su ;
  7. veniamo riportati alla precedente schermata DOS, che potremo chiudere premento un qualsiasi tasto della tastiera.
  8. riavviamo il PC;
  9. avviamo eMule, andiamo in Opzioni —> Avanzate e nella lista che ci viene proposta cerchiamo la voce “N massimo connessioni parziali aperte“, selezioniamone il box associato e digitiamo 100;
  10. diamo l’ Ok e riavviamo eMule

Da questo momento in poi eMule andrà 90 volte più rapido di quanto non sia mai andato.

Fonte —> http://www.delfinsblog.it/

 

Il post si trova qua :

http://tech-zoom.com

commenta li 🙂

 

eMule 0.48a

Emule.

Per chi non conoscesse eMule :

è un client peer2peer che permette di condividere i file con altri utenti di tutto il mondo appartenenti alla community.

Il software dispone di un’interfaccia grafica semplice ed intuitiva e di numerosissime funzioni.

Oltre alla ricerca e allo scambio di file, è possibile inviare e ricevere messaggi di testo. Il programma effettua il download dello stesso file da più utenti contemporaneamente per velocizzare il processo di scaricamento e permette di metterlo in pausa per poi riprenderlo successivamente.

Per chi già lo conosce:

Emule 0.48a è finalmente disponibile per il download.

Il celeberrimo client p2p giunge alla nuova versione con una lunghissima lista di migliorie, iniziata, si legge nel changelog, appena una settimana dopo l’avvento della scorsa 0.47c e terminata in questi giorni.

Come riporta il post ufficiale, i cambiamenti più importanti riguardano il supporto a Windows Vista, al UPnP e l’introduzione di un filtro anti-spam per i risultati delle ricerche.

Emule 0.48 a

Download Latest Version: eMule 0.48 a

Pirate Bay accusato pesantemente dal Governo svedese

Se ricordate bene, già la polizia svedese aveva provato a far chiudere The Pirate Bay, il più grande sito al mondo di File Torrent.

The Pirate Bay

Ma non ci riusci, anzi fece aumentare le visite ai nostri cari pirati..

Ma questa volta ci prova con una accusa diffamante, distribuzione di materiale pedopornografico 😯 , e il possibile inserimento di Pirate Bay nella blocklist, cioè nella lista dei siti bloccati direttamente dagli ISP svedesi.

La notizia arriva direttamente dal PiratPartiet, il partito politico svedese che punta a modificare l’attuale copyright e la legislazione in materia di diritto d’autore.

Intanto dal PiratPartiet il commento è durissimo (tratto da downloadblog.it):

“perché non vengono qua e ci fanno chiudere, invece che dire agli ISP di filtrarci? Si tratta di una azione volontaria e non il risultato di una investigazione.
Questo abuso di potere metterebbe la Svezia insieme a paesi come Cina e Arabia Saudita”.
Su Pirate Bay non c’è materiale di quel tipo ed in questo modo si mina il rapporto di fiducia esistente tra il popolo di Internet e le forze di Polizia per combattere la pedopornografia.

👿 😈 (FUOCO E FIAMME TRA QUESTI 2 COLOSSI)