Microsoft vuole comprare Yahoo! per poi battere Google

Microsoft vuole comprare Yahoo
E offre 44,6 miliardi di dollari. Sarebbe la più grande acquisizione per il colosso del software. I dettagli

Quando nei mesi scorsi gli analisti erano tornati a parlare con insistenza di una fusione tra i due colossi il mercato aveva reagito con scetticismo. Ma ora i fatti parlano da soli:

Microsoft ha trasmesso a Yahoo una proposta di acquisizione, definita “non richiesta” ma neppure rigettata dal management di Yahoo.

Quello che Microsoft mette sul piatto sono 44,6 miliardi di dollari, una cifra che rappresenta un premio del 62 per cento sul valore di Yahoo sul mercato azionario, e che rappresenta anche il maggiore investimento sul quale l’azienda fondata da Bill Gates abbia mai puntato.

L’idea di fondo è evidentemente quella di fondere le consistenti net properties delle due società e il loro business pubblicitario per fronteggiare meglio la locomotiva Google. Senza stravolgimenti, ha assicurato il CEO di Microsoft Steve Ballmer: “Abbiamo grande rispetto per Yahoo e insieme possiamo offrire una quantità crescente di soluzioni vincenti ai consumatori, agli editori e agli inserzionisti, e allo stesso tempo posizionarci al meglio per competere nel mercato dei servizi online”. “Riteniamo – ha anche detto Ballmer – che la combinazione delle nostre aziende porterà maggiore valore ai rispettivi azionisti e una migliore scelta ed innovazione ai nostri clienti e partner industriali”.

Sono anni che Microsoft e Yahoo si guardano da vicino, e condividono senza dubbio la necessità di controbattere la crescita di Google: dal 2004, da quando è arrivata in Borsa, nemmeno Microsoft è riuscita a seguire il passo di sviluppo di BigG.

Per non parlare, appunto, di Yahoo, che nell’ultimo anno ha mostrato il fianco scoperto ai suoi azionisti. Ha prima fatto ricorso al suo founder Jerry Yang, tornato plenipotenziario nell’azienda per riportarla in alto, ma si è scontrata con un calo del valore dall’inizio del 2007 ad oggi del 18 per cento, con un calo ancora più deciso, del 23 per cento, nell’ultimo trimestre. Non a caso Yahoo proprio nei giorni scorsi ha confermato che dovrà licenziare 1000 persone.

Per Microsoft, che vede in Yahoo l’alleato naturale per poter scendere in battaglia contro Google, è dunque il momento ideale per l’acquisto. Ci sono peraltro analisti che non esitano a descrivere l’offerta Microsoft come “inevitabile”.

Le incertezze legate all’eventuale acquisizione ci sono tutte: i valori in campo potranno essere riassorbiti solo in molti anni, sebbene il mercato della pubblicità online legato al search, un core business per entrambe le aziende, entro il 2010 potrebbe valore 80 miliardi di dollari. Non sarà una passeggiata l’integrazione delle due società, il cui business sull’online si sovrappone moltissimo, ma tutta l’operazione è in realtà il termometro, confermano gli osservatori, di due grandi realtà: da un lato lo strapotere di Google (che in NordAmerica continua a controllare il 62 per cento del mercato del search senza segni di cedimento, lasciando quote molto minore ai competitor) e dall’altro la vulnerabilità di Yahoo.

 

Sono otto trimestri che Yahoo incassa dei rallentamenti nel proprio business, gli investitori sono impazienti, la sua presenza sul mercato, seppure massiccia, potrebbe interessare anche altri player dotati di grandi liquidità, anche al di fuori del triangolo Google-Microsoft-Yahoo: da qui la necessità di Microsoft di anticipare, forse persino forzare i tempi, pur di puntare al maggiore dei suoi competitor online dopo Google.

A questo punto non resta che attendere la reazione della board di Yahoo e dei suoi azionisti. Ma c’è già chi giura che quella di Microsoft è un’offerta che non ci si lascia sfuggire, è una sorta di salvagente da prendere al volo. Domani, potrebbe essere troppo tardi

Fonte YouStrong 

Annunci

Classifica italiana degli hardware e software

Grazie a Multiplayer.it abbiamo la possibilità oggi di osservare la classifica hardware e software relativa al mercato dei videogiochi all’interno della nostra nazione.

Nella graduatoria software e hardware è da notare le posizioni di Pes 2008 (vers. Ps2) e della “vecchia” Playstation2 che dimostrano sia l’attaccamento per i giochi calcistici di noi italiani, sia quello che abbiamo verso la console, marchiata Sony.

Ps3 vs Xbox 360

Premetto che i dati sono relativi al periodo tra il 14 ed il 20 gennaio;

Hardware:

  1. Nintendo DS
  2. PlayStation 2
  3. PSP
  4. PlayStation 3
  5. Xbox 360
  6. Nintendo Wii

Software multiformato:

  1. Pro Evolution Soccer 2008 (PS2)
  2. Assassin’s Creed (PS3)
  3. More Brain Training (NDS)
  4. Brain Training (NDS)
  5. Pro Evolution Soccer (PS3)
  6. Dragon Ball Z: Budokai Tenkaichi 3 (PS2)
  7. Need for Speed ProStreet (PS2)
  8. FIFA 08 (PS2)
  9. Giulia Passione Stilista (DS)
  10. Nintendogs Labrador (DS)

Chissà se l’innovazione si chiamerà Ps3 o Xbox360

Software che classifica la bellezza :-/

Nel campo dell’informatica si fanno sempre continui progressi, infatti di recente due programmatori australiani dell’Università della tecnologia di Sidney hanno annunciato un programma informatico capace di misurare la bellezza di una persona, di una donna nello specifico (la versione “per uomini” non è ancora operativa). Questo software sarebbe in grado di paragonare due volti e stabilire qual’è il più attraente.Bellezza

Il programma si basa sulla scansione di 215 volti tra modelle ed attrici di fama, che determinano così un canone di riferimento. Tradotto in punti e in bit dal software, quel canone viene poi applicato ai volti sottoposti al programma, che in pratica misura quanto un volto è “lontano” da quel genere di bellezza.

A contribuire alla definizione del canone un panel di una cinquantina di volontari di età e origini diverse, che hanno valutato ogni volto in una scala da 1 a 10. In base alle votazioni sono state tratte delle “medie” e da lì è stata realizzata la scala con cui il software “classifica” i volti che vengono sottoposti alla prova di bellezza.

I due sviluppatori, Massimo Piccardi e Hatice Guns, non sembrano però intenzionati a diffondere il software su qualsiasi piattaforma ma, anzi, di riservarlo all’industria cosmetica o ad altri settori come la chirurgia estetica e la produzione videoludica o multimediale. A loro dire, un programma del genere potrebbe persino impattare sull’autostima se utilizzato senza supervisione. Esprimono infatti il timore che possa finire in mano ad adolescenti, che come si sa sono più influenzabili degli adulti.

Parere: Non mi convince.. Perchè la bellezza è una cosa relativa..

Curiosità tratta da : marcocalatozzo.wordpress.comFonte : The Age & Punto Informatico

Bill Gates si dà alla pazza gioia.. Eccolo beccato con un iPod

Bill Gates lascia Microsoft a luglio e allora si autorizza a usare i prodotti della concorrenza? Potrebbe anche essere, ma non lo può provare questa fotografia che è un fotomontaggio falso essendo il protagonista un sosia.

Però sarebbe divertente vedere l’altro zio dell’informatica ballare il twist con le cuffiette bianche alle orecchie.

[via melamorsicata.it]

Bill Gates e iPod

State al sicuro con SpyBot – Search & Destroy 1.5.2

 

SpyBot-Search & Destroy è una soluzione gratuita contro spyware ed adware, con un motore che agisce in tempo reale. Ha anche funzioni di pulizia tracce della navigazione, e consente di correggere alcune incongruenze nel registro e di stilare ampi rapporti.

Download SpyBot-S&D 1.5.2   -Licenza: freeware

Fonte | WinTricks.it

Finalmente è arrivato il Sony Mylo 2

sfera_pulsante_041.gif Aggiornamento articolo Sony mylo la consoletelefonino del

Come avevo già annunciato nell’articolo precedentemente indicato, ebbene si, la nuova versione della Sony Mylo (“My Life Online”), il Mylo 2 è arrivato.

Mylo 2

Andiamolo ad osservare più attentamente:

  • Supporta il flash
  • presenta un touchscreen da 3.5
  • connettività Wi-Fi
  • funzionalità VoIP
  • lettore Mp3
  • tastiera QWERTY
  • fotocamera integrata (1.3 megapixel)
  • interfaccia è arricchita da una serie di Widgets (ricerche Google, Facebook etc)
  • garantisce 6 ore di chiamate via Internet/Skype e navigazione

Negli States la prima tranche di vendita è iniziata oggi e non sappiamo se arriverà contemporaneamente anche da noi o se dovremo aspettare.

Chissà sei i 205 euro annunciati valgono la pena oppure no ❓

+informazioni e acquisto: sonystyle.com


Scaricare video YouTube sul cellulare da oggi si può

Da oggi è possibile scaricare tutti i video del portale tramite un programma appena rilasciato da YouTube.

Lo potete scaricare direttamente sul cellulare tramite questo link
http://m.youtube.com/app

Al momento è possibile utilizzare l’applicativo sui cellulari Nokia N73, N95, e65, Sony Ericsson W880 e K800.
Se volete una preview immediata della versione mobile cliccate su http://m.youtube.com

YouTube espande il sito mobile dedicato ai cellulari

(fonte primofonino)